CAPOCOLLO DI MARTINA FRANCA

Da sempre, in Puglia, i migliori insaccati arrivavano da Martina Franca ed erano ben conosciuti e apprezzati già nel regno di Napoli. Le particolari condizioni climatiche, la ricchezza di boschi e la grande tradizione dell’allevamento, hanno fatto del nostro territorio una vera isola produttiva di salumi d’eccellenza del sud Italia. Tra le specialità norcine la più celebre è sicuramente il Capocollo di Martina Franca "Presidio Slow Food".

Cesare Brandi, nel 1968

“… Qui il capocollo è dolce e affumicato leggermente, assomiglia al culatello di Parma e al prosciutto delle Ardenne: questo per dare l’idea, perché è un’altra cosa.”
Title of news

GAMBERO ROSSO
1° CLASSIFICATO

Il capocollo di Salumi di Martina Franca vince per l'equilibrio. Raggiunge l'armonia tra le sensazioni al naso e al palato. Mette d'accordo tutti i gusti, di chi ama un salume giovane, morbido e delicato, e di chi preferisce le riserve, stagionate ed evolute. La lavorazione segue le direttive del Presidio Slow Food di questo capocollo tradizionale di Martina Franca. Fonte - GAMBERO ROSSO